Blefaroplastica

La blefaroplastica è un intervento che consente, a seconda delle necessità, di asportare la cute in eccesso a livello delle palpebre, di eliminare le cosiddette borse palpebrali e di modificare il "taglio" e l'orientamento dell'angolo degli occhi, se richiesto.
Tutti questi aspetti contribuiscono ad un aspetto stanco dello sguardo e spesso sono il primo segno dell'invecchiamento del volto.
Il risultato finale consiste generalmente in un aspetto più riposato, fresco e giovanile.
L'intervento, tuttavia, non permette di eliminare le rughe sull'esterno dell'occhio (zampe di gallina), anche se queste possono essere migliorate ed apparire meno evidenti grazie alla distensione della pelle ottenuta. Anche le discromie presenti soprattutto sulla cute della palpebra inferiore (occhiaie) difficilmente vengono migliorate dall'intervento.
Dopo l'intervento le palpebre presenteranno un gonfiore più o meno evidente (edema) e dei lividi (ecchimosi) di varia entità. Per i primi due o tre giorni l'edema sarà più o meno evidente, poi potrà spostarsi verso il basso e infine sparire; le ecchimosi, invece, scompariranno entro dieci/quindici giorni. Vengono applicati alcuni punti di sutura che verranno rimossi dopo una settimana circa.
All'incisione segue sempre una cicatrice che nel tempo tende a migliorare. Le cicatrici sono generalmente quasi impercettibili. Nella palpebra superiore sono nascoste in gran parte nel solco che si forma all'apertura dell'occhio e, solo lateralmente all'angolo dell'occhio, debordano e sono evidenti per qualche tempo, anche se ben camuffabili con un correttore. Nella palpebra inferiore la cicatrice corre subito sotto alle ciglia e sporge lateralmente per qualche millimetro.
La blefaroplastica inferiore può essere condotta anche per via transcongiuntivale; in questo caso la cicatrice rimarrà all'interno dell'occhio ma non sarà possibile asportare l'eccesso cutaneo. Questo tipo di intervento è indicato quindi se non è presente un eccesso di cute ma solo un eccesso di tessuto adiposo.
L'intervento di blefaroplastica può essere condotto, a seconda delle indicazioni, sulle palpebre superiori, su quelle inferiori o su entrambe contemporaneamente.