Autotrapianto di capelli

L'intervento chirurgico di autotrapianto di capelli consiste nel prelevare, tramite un'incisione a livello della nuca, i bulbi piliferi del paziente stesso e nel trasferirli alle zone calve o che necessitano di rinfoltimento. Il sito del prelievo viene scelto a livello della nuca perché i capelli, in tale zona, non sono interessati dalla così detta alopecia androgenetica che ha una causa ormonale che è il tipo di alopecia più diffuso. E' una procedura lunga che però può essere eseguita in anestesia locale. Al termine dell'intervento viene applicato un bendaggio che verrà rimosso dopo alcuni giorni per permettere la detersione con prodotti specifici. I bulbi piliferi innestati che hanno attecchito inizialmente cadranno per poi ricrescere dopo alcuni mesi.